10 prototipi Fiat segreti che non hai mai visto

Durante i suoi 100 e più anni di storia, la Fiat ha creato tantissimi prototipi di auto, che per qualche ragione non sono mai andati in produzione. Da versioni della Fiat 600 disegnate da Vignale e Pininfarina, alla Fiat 126 che ha preceduto la Smart fino a dei veri e propri bolidi Fiat Abarth.

 

Fiat Turbina

Se nella vostre più intime e perverse fantasia avete mai pensato ad un’automobile dal propulsore a turbina, siete arrivati sicuramente secondi. Nel 1954 gli ingegneri della Fiat si divertirono a creare un veicolo propulso come un jet, con esattamente lo stesso tipo di motore di un caccia. Si tratta di un prototipo particolarmente dettagliato, primo, ad esempio, a montare i fanalini anteriori a scomparsa in virtù di una aerodinamica estremamente raffinata. Oggi ne è presente un modello al Museo dell’automobile di Torino.

Fiat Abarth 750 Vignale Coupé

Rimaniamo sempre negli anni ’50, precisamente nel 57, eppure una vettura di questo tipo, per linee, colori e dettagli ci sembra avanti almeno dieci o quindici rispetto agli standard dell’epoca. La Fiat 750 Vignale era dotata di un motore montato posteriormente, raffreddato ad aria attraverso la presa diretta della grande bocca d’ingresso sul cofano. È stata una delle pochissime concept car a partecipare ad una competizione, la Mille Miglia del 1957. Portiere ad ali di gabbiano e cilindrata di soli 750 cc.

Fiat 600 Multipla Spiaggetta

Classe 56, nata dalla matita del sempreverde Vignale. Incarna quello spirito futurista tanto in voga in quegli anni. Le sue linee prive di portiere e finestrini ricordano quelle di un motoscafo.

Fiat 600 Y Aerodinamica

Arrivano gli anni 60, arriva Pininfarina, che dal modello vanilla della 600 crea un piccolo ufo a quattro ruote. L’aerodinamica fu concepita limitando le fessure e le curve, con soluzioni spettacolari quanto all’avanguardia, come i deviatori di flusso tutt’oggi utilizzati.

Fiat 850 City Taxi

Un concept ideato dal Centro Stile Fiat per diventare esclusivamente il taxi perfetto, complementare al traffico cittadino ed alle richieste del tempo: piccola fuori, spaziosa all’interno. Tre posti, guida centrale, portiera scorrevole per i clienti a destra, sportello per conducente.

Fiat 850 Ghia Vanessa

Sembra una DeLorean utilitaria, ma rimane una vettura creata e pensata nel 1966. Un concept dedicato al mondo femminile con degli accorgimenti totalmente nuovi: sedile ruotabile, cassetti portaoggetti ed il primo sediolino per bambini integrato.

Fiat 126 Concept City Car

Partorita dall’ingegner Michelott, la 126 CCC è una 4 posti dalle portiere scorrevoli, più corta 30 cm rispetto il suo modello base. Il design e la disposizione delle parti meccaniche verranno ripresi un trentennio più tardi dalla Smart.

Fiat Abarth 2000 Pininfarina

Fantascienza. Una sola parola per descrivere uno tra i design più accattivanti di tutti i tempi ed una vettura semplicemente visionaria: senza portiere, per entrare era necessario alzare il parabrezza. Il motore era coperto da una lastra di vetro e delle alette laterali per il raffreddamento; lo scarico unico come nelle F1 di ultima generazione.

Fiat X1/23

 

1972, due posti, elettrica, 14kw di motore per una velocità massima di 72 km/h fino ad 80 km di percorrenza e ricarica delle batterie durante la frenata. Di cosa stiamo parlando? Un progetto che quasi non sarebbe potuto esistere per la tecnologia del tempo, e invece è lì.

Fiat X126 Softnose

Non sarà bellissima ma quest’auto del 1974 era dotata di un paraurti in gomma e plastica che avvolge perfino le portiere ed il retrotreno. Resisteva ad urti fino a 15 km/h senza danni e gli studi effettuati per la sicurezza su questo modello vengono ancora utilizzati per lo sviluppo di nuove soluzioni.

 

Condividi e lascia un mi piace:
20

Leave a Reply